Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva Estetica

Dermoabrasione

La “Dermoabrasione”  è una tecnica chirurgica che permette il trattamento delle rughe del viso e di alcune  cicatrici cutanee. Con questa metodica possono essere trattate le rughe attorno agli occhi ( conosciute come “zampe di gallina”), quelle della guancia, attorno al labbro superiore e inferiore (anche dette “rughe del fumatore” e  più recentemente rinominate “codice a barre”)  sino alle rughe del mento. In definitiva la dermabrasione può essere eseguita in quasi in tutte le aree del viso e corpo.

Essa si è dimostrata e continua ad essere, un valido strumento terapeutico. Insieme al laser rappresenta una delle maggiori possibilità per il trattamento delle rughe specie del volto. I risultati ottenuti con le due metodiche non sono sovrapponibili specie per le rughe profonde che possono essere trattate e in molti casi completamente eliminate con un’unica seduta di dermabrasione. Il periodo post trattamento è caratterizzato da un arrossamento della cute trattata che necessita di almeno tre-cinque giorni per poter essere coperta con un trucco. Non si assiste alla formazione di croste.

La metodica è indicata solo per le rughe cutanee dovute alla mimica muscolare, non può essere applicata a quelle rughe dovute alla flaccidità della pelle.

A seconda della zona da dover curare il trattamento può essere eseguito in anestesia locale o locale con sedazione, in regime di Day Hospital nel secondo caso.

Nel trattamento degli esiti cicatriziali da acne la metodica viene utilizzata, singolarmente o in associazione con altre tecniche. A seconda della qualità, tipo e profondità delle cicatrici potrebbe essere opportuna una variabile associazione con peeling chimici, lipofilling e microescissioni chirurgiche.

Un attento esame degli esiti cicatriziali dovrà essere eseguito prima di praticare qualsiasi tipo di trattamento. Non possono essere trattati quei casi di acne ancora in fase attiva che necessiteranno invece di una adeguata terapia farmacologica.

La dermabrasione trova anche la sua valida applicazione in alcuni tipi di cicatrici post-traumatiche.

Tra le diverse caratteristiche cutanee che verranno valutate al momento della visita il “fototipo cutaneo” svolge un ruolo particolarmente importante nella formulazione della diagnosi e della possibile terapia: infatti si selezionano i pazienti in base al grado di pigmentazione della cute. Quei soggetti con pelle particolarmente scura (fototipo 4)  o amanti della abbronzatura sono in qualche caso sconsigliati di sottoporsi a questo trattamento. Le pazienti che assumono terapia sostitutiva ormonale non sono candidate ideali alla dermabrasione. Anche i pazienti che presentano patologie cutanee ( fenomeni acneici attivi) nelle aree prossime a quella da curare non potranno sottoporsi al trattamento sino a quando i fenomeni eruttivi non si saranno arrestati. La tecnica non prevede particolari limiti di età, considerando che la maggior parte delle  rughe sono caratteristiche di donne mature. In quei casi in cui coesistano rughe di espressione e rughe dovute alla flaccidità cutanea del viso, queste ultime dovranno essere trattate diversamente poiché determinate proprio dal cedimento cutaneo e muscolare.
La dermabrasione può essere eseguita in anestesia locale o in anestesia locale con sedazione, il chirurgo deciderà in base all’estensione delle aree da trattare e tenendo conto anche delle eventuali richieste del paziente, quale tipo scegliere. Quando il trattamento è esteso a buona parte del viso è opportuno programmare un intervento in anestesia locale con sedazione. La dermoabrasione viene eseguita con un speciale apparecchio, dotato di una testina abrasiva ruotante,  in grado di consumare gli strati superficiali della cute. Il trattamento è limitato allo strato papillare del derma. Al termine del trattamento il paziente, se sottoposto ad una anestesia locale, potrà lasciare il centro; al contrario se si è optato per una anestesia più profonda, dovrà rimanere sotto osservazione per alcune ore. La durata dell’intervento può variare da trenta minuti a circa un’ ora ed è in relazione all’ampiezza delle superfici da trattare ed all’eventuale associazione con altre metodiche. L’intervento non provoca dolore sia durante l’esecuzione che a distanza.
Al termine dell’intervento la paziente porterà per due-tre giorni una medicazione che coprirà le aree cutanee trattate. Non dovranno essere eseguite per quel periodo medicazioni ma si dovrà seguire una terapia medica domiciliare. Sintomi come il dolore non sono riportati dai nostri pazienti, ma può presentarsi prurito cutaneo ed anche una sensazione di tensione della cute.
Trascorsi due o tre giorni dall’intervento verrà eseguita la prima medicazione durante la quale verrà rimossa la medicazione in garze e detersa l’area abrasa. Non ci saranno formazioni di “croste” e la cute sarà rosea-rossa. La paziente potrà raggiungere la propria abitazione senza avere più medicazioni che coprano parte del viso.
Al proprio domicilio dovrà applicare delle creme lenitive e terapeutiche. Generalmente l’area trattata è umida per circa quattro – sei giorni al termine dei quali, se il medico lo riterrà opportuno, la paziente potrà cominciare a truccarla con sostanze coprenti.. Generalmente il rossore, pur diminuendo con il passare del tempo, perdura per almeno trenta giorni durante i quali la vita di relazione sarà comunque possibile solo con l’ausilio del trucco. Il passare del tempo attenuerà sempre più l’iperemia cutanea sino a riportare la pelle al colore naturale. Nei primi tre mesi sarà vietata l’esposizione prolungata al sole anche se protette dagli schermi solari. Per i primi sei mesi dal trattamento sarà necessario applicare sempre una crema protettiva solare.
La dermabrasione è una tecnica in uso da molti anni,  i cui risultati sono evidenti e duraturi (ma non per sempre).
L’abrasione cutanea, determina due tipi di reazioni: da un lato un assottigliamento degli strati superficiali della cute, dall’altra a seguito del trauma irritativo, la stimolazione dei processi biochimici capaci di produrre fibre elastiche, collagene e acido ialuronico che sono tra le principali sostanze responsabili della elasticità, tono e idratazione cutanea. Il risultato del trattamento è tale che il più delle volte si assiste alla completa scomparsa delle rughe trattate,  con grande soddisfazione delle pazienti. Il risultato è visibile già dopo i primi giorni dal trattamento, ma con il procedere della guarigione e a riepitelizzazione avvenuta  l’esito sarà stabile ed estremamente naturale.