Borsa malare

Con il termine di “Borsa malare” si indica  quella condizione  anatomica caratterizzata da edema (gonfiore) della regione laterale dello zigomo. Generalmente ha la forma di semiluna,  può essere mono o bilaterale.  Nei casi più gravi può dare origine anche ad un solco cutaneo nella sua porzione inferiore. E’ dovuta ad una ritenzione di liquidi nel tessuto sottocutaneo (soof) di questa regione ed in alcuni casi si associa anche una lassità del muscolo orbicolare. La borsa malare è ben distinta dalle borse palpebrali inferiori sia come comparto anatomico che come origine. Le borse malari sono più frequenti in quei pazienti che hanno anche le borse palpebrali inferiori, più raramente si formano isolatamente.   I trattamenti medici proposti per eliminare il fenomeno hanno dato scarsi risultati, in qualche caso è possibile con un camufflage mediante infiltrazione di acido jaluronico  sfumarne i limiti, ma sono terapie palliative che non eliminano il problema definitivamente. L’intervento chirurgico per il solo trattamento delle borse malari prevede un accesso posto nell’angolo esterno dell’occhio attraverso il quale sarà possibile correggere il difetto. L’intervento può essere eseguito in anestesia locale o su richiesta del paziente  anche in sedazione leggera, in regime ambulatoriale nel primo caso e in Day Hospital se con sedazione.

Questo sito utilizza i cookies per garantirvi un utilizzo ottimale